Modernità non consiste nell’adottare quattro mobili quadrati

di | Novembre 25, 2019

E TU CHE TIPO DI CASA VUOI? MODERNA, CLASSICA…CONTEMPORANEA?!

“Modernità non consiste nell’adottare quattro mobili quadrati”

Una tra le più celebri frasi dell’ architetto italiano Gio Ponti, un uomo visionario e innovatore che ha reso celebre il “made in Italy” nel mondo.

Le sue architetture e i suoi progetti di design, spaziano dalla costruzione del grattacielo Pirelli alla sedia “superleggera” .

Fondo’ nel 1928 la rivista Domus con l’ intento di rinnovare l’architettura, l’arredamento e le arti decorative italiane.

Insomma, uno che di architettura ne capiva!

Partiamo proprio dal concetto di “modernità”, cosa vuol dire e perché la vogliamo nelle nostre case?

Sicuramente per tenerci aggiornati coi tempi, per mostrare a noi stessi e ai nostri ospiti il buongusto che ci appartiene, e cosi via…

Quando ci apprestiamo ad affrontare la nostra ristrutturazione, spesso e volentieri pensiamo subito all’arredo, al nuovo divano da comprare o al nuovo tipo di illuminazione, credendo di rinnovare cosi la nostra casa o appartamento, etc.

Nulla di più sbagliato!

BISOGNA PRIMA PENSARE ALLO SPAZIO!

Prima di comprare gli oggetti da inserire, dobbiamo pensare all’involucro che li dovrà ospitare!

Possiamo infatti comprare gli oggetti più belli e costosi del mondo, dal design ultra accattivante,  avere gusti classici o moderni, il fatto è che rischiamo seriamente di buttare via bei soldi se prima non pensiamo a che tipo di spazio vogliamo.

E’ lo spazio la vera chiave per una casa moderna! lo spazio che solo un sistema a pianta aperta può dare, soprattutto se non se ne ha tanto a disposizione!

voglio riportarti questo esempio di un mini Loft progettato e realizzato da noi qualche anno fa, guardate voi stessi come si può vivere comodamente in soli 40 mq., modellando prima lo spazio, e poi inserendo gli elementi di arredo, luci etc.

Molte volte desideriamo riutilizzare i nostri arredi nella nuova casa che stiamo comprando o ristrutturando, per alcuni architetti questo rappresenta un incubo!

ma in fondo è del tutto normale volere gli oggetti a cui siamo affezionati, per questo è importante progettare e calibrare su misura il nuovo spazio che andremo a realizzare.

La progettazione integrata riguarda non solo la disposizione degli spazi, delle stanze o zone servizi, bensi’ tutti gli elementi di arredo che abbiamo intenzione di inserire, ad esempio nell’ingresso, nella zona living e cosi via…

gli oggetti che fanno parte della nostra vita devono fare compagnia!..

e se lo dice lui, possiamo crederci!


LA PROGETTAZIONE INTEGRATA PER UNA CASA DI SUCCESSO

Qual’è dunque la soluzione al dilemma!? la casa va pensata in base ai vecchi mobili o alle nostre nuove esigenze?

Anche qui non c’è una regola specifica, attenzione questo non vuol dire lanciare la monetina!

C’è sempre il progetto alla base di tutto, progetto dettato da un’attenta analisi dei vostri bisogni, dei vostri gusti e di quello che volete conservare o dei nuovi mobili e oggetti d’arredo che volete comprare.

Infatti prima ancora di poggiare la matita sul foglio bianco, un bravo architetto ascolterà tutte le vostre richieste cercando di elaborarle al meglio. Un mobile particolare che volete inserire, andrà misurato e riportato nel disegno, cosi come un quadro o una scultura particolare.

Di seguito potete vedere un esempio proprio nel mio studio, dove ho posizionato una mia scultura (vedorosso) all’interno della parete d’ingresso!


MODERNO..CLASSICO...CONTEMPORANEO...

Facendo l’architetto ho incontrato molte persone con i loro gusti e credenze, personalmente prediligo la linea contemporanea minimalista, questo non vuol dire eliminare i vari stili architettonici che girano per il pianeta! anzi…

La linea classica è sempre di gran moda e con i giusti accorgimenti può rimanere sempre attuale, immaginate di unire un arredamento classico ad un Loft contemporaneo..non male!

certo per inserire capitelli o colonne in casa, è meglio non contattarmi!

purtroppo il rischio che corrono molti, è quello di cadere nel pacchiano pensando di riproporre il Partenone dentro casa!…non so se vi è mai capitato di vedere la casa di Donald Trump!

Attenzione! quello che sto cercando di dire è che vanno rispettati i gusti dei committenti, purché decisi prima su carta, ossia progettati, pianificati e che rispondano ai criteri di bellezza ed eleganza che deve avere una casa progettata con equilibrio.

Quindi non fare come Trump, che ha speso tanto ed ha una casa orrenda!!

scarica subito la mia guida gratuita e scopri come ottenere il massimo per la tua casa!

…”Modernità non consiste nell’adottare quattro mobili quadrati”

Gio Ponti, in mostra al Maxxi dal 27/11/2019 fino al 04/2020

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *